Erba sintetica: mai stata cancerogena, ecco perchè

L’erba sintetica non è cancerogena secondo l’Agenzia Europea sulle Sostanze Chimiche Cancerogene, che finalmente conclude il dibattito sul tema. Eccone le origini e i risultati

L’erba sintetica e i campi da calcio sintetici non provocano il cancro secondo l’Echa, l’Agenzia Europea sulle Sostanze Chimiche Cancerogene , come invece si era precedentemente ipotizzato. La notizia, diffusa in Italia dall’Istituto Superiore di Sanità, mette la parola fine al dibattito che ha avuto inizio nel 2006 e che ha interrato l’Italia e l’Europa. Ma andiamo con ordine.

I campi con l’erba sintetica sono cancerogeni?

In Italia sono oltre duemila i campi di erba sintetica, soprattutto di calcio e calcetto, diffusi ovunque. L’erba sintetica è entrata indirettamente in un dibattito nazionale dal 2006 in poi. Diversi campi sintetici avevano cominciato, durante quegli anni, a sostituire la sabbia con dei trucioli neri ricavati da pneumatici per ridurre l’attrito con il manto. In poco tempo i dubbi sulla sicurezza di pochi divenne l’allarme generale per tanti appassionati di sport e non.

La Commissione europea decise dunque di incaricare l’Echa di verificare la situazione. L’Agenzia ha analizzato tutte le ricerche fatte in questi anni sui materiali usati per il riempimento dei campi, stabilendo che:

– il rischio è molto basso per la presenza di Ipa, sostanze cancerogene riconosciute dall’OMS;

– il rischio è trascurabile per i metalli, che sono in concentrazione inferiore a quella massima per i giocattoli dei bambini in commercio;

– la presenza di ftalati, sostanza pericolosa, è risultata inferiore ai limiti.

Erba sintetica: un nuovo alleato da comprendere e studiare

L’allarme scattato e gli accertamenti fatti sono un passo importante nella comprensione e diffusione dell’erba sintetica. Non solo, in effetti, l’erba sintetica aveva poco o nulla a che fare con lo scandalo sollevato – il problema principale risiede infatti nelle concentrazioni di trucioli di pneumatici, a volte utilizzati nel riempimento dei campi. Ha addirittura tratto giovamento dalle analisi condotte.

Le ricerche imposte a livello ministeriale aprono nuove frontiere di sicurezza e analisi anche nel mondo sportivo. L’idea di misurare le concentrazioni di IPA e altre sostanze nei trucioli di gomma è  una misura preventiva necessaria, come suggerito dall’Echa. Con le opportune  linee guida, effettuare test sul materiale dovrebbe diventare una routine per qualsiasi gestore di impianti sportivi. IT SPORT sostiene, attraverso la passione per lo sport, uno stile di vita sano, protetto dagli agenti inquinanti e rispettoso dell’ambiente. L’idea di frequentare il campo sportivo per mantenersi sano e scoprire poi che è causa di guai non dovrebbe essere parte del panorama possibile di un tifoso o di un giocatore.

Per queste ragioni IT SPORT sostiene un approccio salutare e controllato nello sport, a partire dagli impianti sportivi stessi.

Non affidarti a chi non ha garanzie per la tua erba sintetica: contattaci subito e scopri quale tipo di erba sintetica fa al caso tuo.

http://www.it-sport.it/

 

Che ne pensi? Lascia il tuo commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *