Campo sportivo: errori di progettazione da evitare

Un campo sportivo ha bisogno della massima cura sin dal suo principio. Fare un’errore di progettazione scatena una reazione a catena di problematiche difficili da risolvere. Ecco come evitarle.

Un campo sportivo da campioni del mondo è la linea guida di ogni prodotto IT SPORT. Per questo il nostro impegno parte dalla progettazione giusta del campo sportivo più adatto alle necessità dei nostri clienti. La nostra lunga esperienza in un gioco a tutto campo ci ha permesso di sviluppare strategie e know-how che dribblano con facilità le problematiche più importanti che causano una cattiva progettazione. Vediamo quali.

Campo sportivo: una questione di progettazione

Il campo sportivo del futuro è decisamente un campo in erba sintetica. La sua versatilità ed efficacia ha persuaso la LND dell’importanza di questa tecnologia. Da diversi anni la Lega si impegna infatti a certificarne qualità e caratteristiche per garantire la salute dei giocatori e l’omologazione dei requisiti sull’impatto ambientale.

Questa cura, tuttavia, non si ferma all’aspetto puramente burocratico e formale. La LND si impegna a dialogare con consulenti ed esperti del settore per valutare caratteristiche e qualità di un impianto sportivo di eccellenza. Dotata di sofisticati regolamenti di facile consultazione, la LND è una garanzia di qualità e certezza in fase progettuale.

Conoscere e usufruire della sapienza tecnica della Lega apporta un grande vantaggio agli esperti del settore. Un apporto fondamentale per chi vuole realizzare i lavori a regola d’arte, nei tempi previsti e senza sorprese in termini di ulteriori costi. Ed è proprio questa la marcia in più che IT SPORT applica a tutto campo nelle diverse fasi che accompagnano il cliente verso la realizzazione di un campo sportivo. Una marcia in più che libera i clienti IT SPORT dell’errore più grande che si possa commettere durante la progettazione di un impianto sportivo.

Campo sportivo: una progettazione da campioni

L’errore più grande che accompagna la progettazione di un campo sportivo è proprio quello di non chiedere supporto ai funzionari preposti della Lega Nazionale Dilettanti. Informare la Lega sulla realizzazione o rifacimento di un campo permette, in caso di necessità, di ottenere il supporto dell’ufficio impianti.  Ricevere le opportune informazioni e accedere alla consulenza, a volte, fa davvero la differenza.

Nella maggior parte dei casi, infatti, i committenti si rivolgono ai fornitori e si affidano direttamente a progettisti che, pur operando in buona fede, possono non essere al corrente di tutte le normative e gli aspetti tecnici. IT SPORT, con la sua grande passione e formazione costante, è sempre attenta a tutti gli aspetti necessari per avviare l’opera nel migliore dei modi. Il dialogo continuo con la LND è proprio la trave portante della nostra esperienza progettuale.

Dimenticare un passo così importante significa vedere le documentazioni prodotte respinte in prima istanza poiché non rispondenti ai requisiti di legge. Una leggerezza che crea intoppi e ritardi altrimenti evitabili.

Il primo passo, quindi, è di avviare la progettazione con il giusto esperto a fianco. L’esperto che può rispondere a tutto campo è IT SPORT: https://www.it-sport.it/

Che ne pensi? Lascia il tuo commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *